Operazione Cavour

  • Successo per la mostra “il cuore dell’abitare italiano. la tua casa è la nostra passione”

    L’8 aprile mattina si è tenuta a Civitavecchia la conferenza stampa ufficiale.Snaidero: «In sei mesi di navigazione abbiamo toccato 17 Paesi in Medioriente e Africa e avviato contatti con quasi un migliaio di operatori del settore interessati ai nostri prodotti».Dopo sei mesi di navigazione la missione “Il sistema Paese in movimento” è giunta al termine. In tutto sono state 17 le località interessate dal tour della portaerei Cavour che ha portato il made in Italy in alcuni dei più interessanti mercati emergenti.

    «Non posso che essere soddisfatto dell’esito della missione», spiega Roberto Snaidero, presidente FederlegnoArredo. «La mostra ha riscosso un grandissimo successo tra gli operatori del settore delle varie località che abbiamo visitato e sono certo che i numerosi contatti attivati si concluderanno in maniera positiva per le nostre aziende».

    Circa 4mila visitatori (tra cui un gran numero di architetti e dealer) hanno potuto conoscere le proposte delle 25 imprese associate che hanno esposto un centinaio di prodotti all’interno della mostra “Il cuore dell’abitare italiano. La tua casa è la nostra passione”. Organizzata come un percorso ideale nell’abitare italiano, l’iniziativa di FederlegnoArredo ha garantito alla filiera rappresentata dalla federazione una visibilità senza precedenti in aree dalle enormi potenzialità.

    «Spenti i riflettori su un’iniziativa che non ha precedenti per il nostro Paese, il prossimo obiettivo della federazione sarà quello di portare avanti il lavoro iniziato “a bordo nave” tramite l’organizzazione di missioni mirate nei Paesi che si sono dimostrati più recettivi. Il primo appuntamento sarà con Ghana, Nigeria e Kenya», aggiunge Snaidero.Il mondo dell’arredo made in Italy sempre più alla conquista del mondo, dunque, ma senza dimenticare che le partite più importanti spesso si giocano in casa. Dall’8 al 14 aprile a Milano avrà infatti luogo l’edizione 2014 dei Saloni, il più importante appuntamento mondiale dedicato all’arredo e al design e che ogni anno accoglie quasi 300mila visitatori provenienti da tutto il mondo

  • Rientro a Taranto

    La portaerei Cavour e la nave rifornitrice di squadra Etna hanno fatto rientro il 7 aprile mattina nella Stazione Navale Mar Grande di Taranto dopo 5 mesi di navigazione nell'ambito della Campagna del 30 Gruppo Navale «Il Sistema Paese in movimento».
    Nel corso dei 147 giorni di navigazione il Gruppo Navale, composto anche dalla fregata Bergamini e dal pattugliatore d'altura Borsini, ha percorso oltre 21500 miglia ed effettuato 21 soste in 20 differenti paesi del Golfo Arabico e del continente Africano conducendo attività di addestramento, sicurezza marittima, fra cui l'antipirateria, cooperazione, sostegno alle Marine dei Paesi visitati, supporto alla politica estera nazionale, assistenza umanitaria e la promozione delle eccellenze imprenditoriali italiane. 

    Grazie alla collaborazione con Operation Smile, nelle due sale operatorie della portaerei Cavour sono stati infatti eseguiti 114 interventi di chirurgia maxillo facciale e 47 interventi ortodontici in soli 17 giorni complessivi di attività operatoria distribuiti su 6 soste. Sono invece 2.513 le visite oculistiche condotte a bordo della rifornitrice di squadra Etna in collaborazione con gli oculisti e volontari della Fondazione Francesca Rava Nph, in seguito alle quali sono state donate 605 paia di occhiali da vista pre-graduati per combattere la cecità evitabile nei bambini africani.

  • Tappa in Marocco

    La tappa della portaerei Cavour a Casablanca conferma la grande attrattiva che il design italiano esercita sul mercato marocchino. Sono numerosi gli operatori incontrati durante questa sosta che già da molti anni commerciano e lavorano con i prodotti “made in Italy” ed in particolare con le imprese associate a FederlegnoArredo.

    A testimonianza di ciò, alla conferenza stampa inaugurale era presente anche il Presidente dell’ordine degli architetti marocchini, Mr. Mohamed Karim Sbai, con il quale si è subito instaurato un rapporto di amicizia. Mr. Sbai è quasi al termine del suo mandato come presidente dell’ordine ed in questi anni ha lavorato intensamente per saldare legami di collaborazione con l’Italia. Proprio in occasione della sosta del Cavour a Casablanca, è stata siglata una convenzione di collaborazione tra l’ordine degli architetti marocchino e quello degli architetti di Torino, rappresentato dal Presidente Marco Aimetti. Le parti hanno firmato quest’importante convenzione proprio all'interno dell'area espositiva creata da FederlegnoArredo a bordo del Cavour, al termine del seminario organizzato per l’occasione dalla Camera di Commercio italiana in Marocco. Il seminario, che ha visto la partecipazione di circa 250 architetti marocchini a bordo del Cavour, è stato aperto da una presentazione delle attività di FederelegnoArredo e delle prossime edizioni del Salone del Mobile e di MADE expo. Al seminario sono intervenuti il prof. Claudio Germak, del Politecnico di Torino, e l’architetto Vittorio Jacomussi, dello studio torinese De Ferrari.

    Durante tutta la sosta, numerosi operatori del settore arredamento hanno visitato l’esposizione creata da FederlegnoArredo, grazie alla preziosa collaborazione dell’ufficio ITA (ex-ICE) di Casablanca. Tra essi i rappresentanti di alcuni degli showroom più importanti di Casablanca.

    La tappa si è conclusa con l’evento organizzato dalla ditta Graziella, che si è svolto la sera del 26 Marzo e che ha visto giungere a bordo della portaerei Cavour circa 150 ospiti.

  • Tappa in Senegal

    Il Senegal è sicuramente uno dei paesi più interessanti dell’Africa occidentale. Grazie soprattutto alla stabilità politica e ad una crescita economica costante, il Paese è divenuto negli ultimi anni  un hub commerciale fondamentale per l’area dell’ECOWAS ed un punto di riferimento per gli stati francofoni di questa regione.

    Durante i quattro giorni di sosta, circa quaranta operatori appartenenti al settore dell’edilizia e dell’arredamento hanno visitato l’esposizione, grazie anche al prezioso supporto dell’ufficio ITA (ex-ICE) di Casablanca, che è divenuto responsabile anche per il Senegal dopo la recente chiusura della sede di Dakar.  Dai colloqui con gli operatori si registra un forte interesse per l’importazione dei prodotti italiani di arredamento. Diverse società senegalesi si sono offerte, durante questi giorni, di diventare distributori di alcune delle aziende che partecipano al progetto, mostrandosi sicuri del successo che i nostri prodotti potranno avere nel mercato senegalese.

    La mattina di domenica 16 marzo, è stata celebrata a bordo del Cavour la S. Messa, che è stata  presieduta dal nunzio apostolico a Dakar Mons. Montemayor. Oltre all’equipaggio, hanno partecipato alla celebrazione circa ottanta ospiti provenienti dalla comunità italofona di Dakar.

    La serata del 17 marzo le è stata invece incentrata su Graziella, che ha offerto una serata a bordo del Cavour all’insegna della musica e del buon cibo. Più di quattrocento ospiti hanno partecipato alla serata.

    Si segnala anche la visita a bordo da parte del nostro imprenditore Renato Remondini, che si trovava in Senegal per affari e che ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto durante questa campagna navale ed  in particolare per la tappa in Senegal. 

    La tappa si è conclusa con la visita del primo ministro senegalese, Aminata Touré , che ha visitato l’esposizione la mattina del 18 marzo.

  • Tappa in Ghana

    Alla conferenza stampa inaugurale, che ha visto una buona partecipazione da parte della stampa locale, hanno preso la parola anche il Ministro della Difesa e il Ministro della Salute ghanesi.

    Durante il secondo giorno di sosta, essendo giorno di festa nazionale, non vi sono state attività a bordo ad eccezione di quelle condotte da Operation Smile.

    Nella mattina di venerdì hanno invece cominciato ad affluire a bordo gli operatori dell’area legno-arredo: numerosi gli architetti, ma anche tanti general contractor e real estate developers. Occorre sottolineare che in Ghana nel settore dell’edilizia c’è una forte presenza di imprese italiane, che, lavorando nel paese ormai da molto tempo, hanno conquistato posizioni rilevanti all’interno di questo mercato. Inoltre, il settore dell’edilizia è attualmente uno dei motori principali dell’espansione economica ghanese.

    Anche durante la giornata dell’8 Marzo molti architetti hanno visitato l’esposizione, mostrando un forte interesse ed un’ottima conoscenza dei prodotti italiani. Nella serata si è svolto il ricevimento istituzionale a bordo della Cavour, a cui hanno preso parte più di 250 invitati. Tra essi molte figure di spicco provenienti sia dal mondo istituzionale, come il sindaco di Tema e numerosi ambasciatori, sia da quello economico. Il ricevimento è stato anche una magnifica occasione d’incontro con il Presidente del Ghana Institute of Architects, Mr. Adotei Brown. Madrina speciale della serata: Giuseppina Nana Akua Baafi, meglio nota come Miss Ghana 2013.

    Durante l’ultima giornata abbiamo ricevuto a bordo la comunità italiana residente in Ghana. Da sottolineare la presenza di un nostro imprenditore a bordo, Nazzareno Barausse, che ha espresso apprezzamenti molto positivi rispetto alla missione Cavour, soprattutto in relazione all’inaugurazione del suo nuovo showroom in Accra, in joint venture con Diquigiovanni (JV, CASA PALLADIO).

  • Tappa in Nigeria

    La conferenza stampa inaugurale, che si è svolta nel pomeriggio del 28 Febbraio, ha visto la partecipazione straordinaria di alte cariche politiche dello stato federale di Lagos (il cui territorio è composto principalmente dall’area urbana della città di Lagos e che si stima avere circa 20 milioni di abitanti), esponenti delle forze armate nigeriane e numerosi giornalisti. 

    Il giorno successivo, una rappresentanza del trentesimo gruppo navale, insieme con i rappresentanti delle aziende partner della campagna navale, ha partecipato ad un ricevimento organizzato dal Consolato Generale d’Italia a Lagos. L’evento, che si è svolto nella residenza del Console, è stato un’importante momento d’incontro con numerosi membri del corpo diplomatico di diversi paesi presenti a Lagos.

    Domenica 2 Marzo è stata invece focalizzata sull’evento organizzato a bordo dalla ditta di gioielli Graziella. Più di 250 ospiti hanno prima visitato l’area expo durante l’aperitivo,  poi hanno assistito ad un spettacolo teatrale che si è svolto sempre nell’Hangar del Cavour. La serata si è poi conclusa con una cena a buffet sul ponte di volo.
    Il pomeriggio di Lunedì 3 Marzo è stato dedicato invece alle visite a bordo degli operatori del legno-arredo. Nonostante il traffico infernale di Lagos, molti degli architetti, degli interior designers e dei rivenditori più importanti e conosciuti di Lagos sono venuti ha visitare l’esposizione organizzata da FederlegnoArredo e hanno avuto poi la possibilità di fare un interessante tour della portaerei.

    Nel complesso, nonostante l’attuale embargo sull'importazione di mobili, la Nigeria è un mercato ricco di opportunità per le imprese italiane del mobile e, grazie anche alla forte pressione demografica, nei prossimi anni diverrà uno dei principali mercati a livello mondiale. Inoltre, visto il progressivo abbattimento delle barriere doganali tra i paesi dell’ECOWAS, la Nigeria è un potenziale hub per raggiungere anche gli altri principali mercati della regione. Occorre tenere in considerazione che Il paese sta attraversando un periodo di forti tensioni interne, soprattutto negli stati del Nord, ragione per cui è necessario prestare particolare attenzione alle misure relative alla sicurezza.

  • Tappa in Angola

    La consueta conferenza stampa inaugurale è stata caratterizzata da una massiccia partecipazione da parte della stampa locale, grazie alla quale la presenza della Nave Cavour nel porto di Luanda ha ottenuto una buona visibilità.

    Sin dal primo giorno sono state registrate numerose visite da parte degli operatori locali del settore del legno-arredo, un trend che si è confermato anche nei restanti giorni della tappa. In particolare, grazie anche al lavoro svolto dall’Ambasciata italiana a Luanda in collaborazione con l’ufficio ITA di Johannesburg, numerose delegazioni di imprenditori hanno visitato l’esposizione di FederlegnoArredo. Si apprende dall’ambasciata che l’ICE ha stanziato un budget di circa 3000€ da investire sulla campagna di Luanda. Vi sono state anche molte visite da parte delle istituzioni angolane, come per esempio quelle del ministro della difesa, del ministro della cultura e del ministro dello sviluppo economico, che sono state in parte favorite dalla presenza a bordo del CSM della Marina, Amm. De Giorgi.

    Il 17 febbraio, circa 60 imprenditori appartenenti all’associazione dei giovani imprenditori e all’associazione delle imprenditrici Angolane hanno visitato lo stand dopo un interessante tour delle nave. Nella serata dello stesso giorno si è svolto un evento a bordo patrocinato dall’Ambasciata italiana a Luanda, che ha visto la partecipazione di circa 400 ospiti: rappresentanti delle istituzioni, membri del corpo diplomatico e rappresentanti delle principali società del paese. Inoltre, all’evento erano presenti alcuni architetti e designer locali.

    Il giorno seguente, circa 40 imprenditori dell’associazione degli industriali angolani hanno visitato l’esposizione. Nel pomeriggio, i rappresentati di FederlegnoArredo hanno ricevuto una delegazione dell’associazione angolana degli imprenditori del legno e dell’arredamento, ANIMA, guidata dal direttore per le politiche forestali del Ministero dell’Agricoltura, per un importante momento di dialogo su diversi temi, tra cui la creazione di partnership per lo sviluppo dell’industria angolana nel settore del legno e opportunità di investimento per le imprese italiane.

    Sicuramente quella di Luanda è stata una delle tappe più significative di questa campagna navale, soprattutto per le molteplici opportunità che il mercato angolano, caratterizzato da una domanda molto alta e da un’offerta relativamente scarsa, è in grado di offrire in questo momento e ancor di più nei prossimi anni.

  • Tappa in Sud Africa

    Come consuetudine, la tappa di Cape Town è stata inaugurata con la conferenza stampa presieduta dall’Ammiraglio Treu e dall’Ambasciatore Schioppa.

    L’affluenza di giornalisti è stata molto buona e tra essi vi erano anche i rappresentanti di due importanti riviste sudafricane specializzate nel settore design-arredamento (“Habitat - The Art of Living” e “House and Leisure”).  Al termine della conferenza si è svolto un rinfresco organizzato dalla Marina. In questa circostanza è stato possibile dialogare più approfonditamente con i giornalisti e con alcuni operatori del settore che già saliti a bordo per visitare l’esposizione. Nel tardo pomeriggio si è svolta invece la visita all’area stand da parte del Capo di Stato Maggiore della Difesa Luigi Binelli Mantelli.

    Il giorno seguente è stata la volta dell’evento di lancio del nuovo calendario Pirelli, del quale quest’anno si celebra il cinquantesimo anniversario. Tra gli invitati vi erano anche alcuni operatori del settore, che avevano ricevuto un invito specifico per la serata da parte dell’Ambasciata oltre all’invito generale di FLA per visitare la mostra. Il programma è poi continuato nei giorni successivi con la visita del Cavour da parte della comunità italiana in Sud Africa e con la tradizionale serata organizzata dalla Marina a cui hanno partecipato diversi architetti locali e importatori di prodotti di arredo italiano. 

  • Tappa in Mozambico

    Con lo scopo di sfruttare a pieno la presenza del Presidente Snaidero e del Direttore Generale De Ponti, le principali attività sono state concentrate nella giornata del 27 gennaio. Dopo la consueta conferenza stampa che ha visto un buon afflusso di giornalisti locali, si è svolto il serata il ricevimento organizzato appositamente per gli operatori del settore legno-arredo. Hanno partecipato circa venti operatori del settore, prevalentemente architetti ma anche imprese locali produttrici di arredamenti. Durante l’evento il Presidente Snaidero ha tenuto un piccolo discorso, introdotto dall’Ammiraglio Treu e dall’Ambasciatore d’Italia.

    Il giorno seguente ha avuto luogo la visita del Capo di Stato Maggiore della Marina del Mozambico, accompagnato dall’Ammiraglio De Giorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina Italiana. Durante la mattina la delegazione di FederlegnoArredo, accompagnata dal direttore dell’ufficio ICE locale e da un rappresentante dell’ambasciata, ha incontrato l’associazione AMOMA (concessionari per la gestione forestale). Dall’incontro è emerso grande interesse a instaurare collaborazioni con aziende italiane al fine di valorizzare il patrimonio forestale locale.

    Nella serata del 29 gennaio si è svolto un altro ricevimento a bordo organizzato dall'Ambasciata d’Italia al quale hanno partecipato numerose figure politiche e istituzionali locali, tra cui il Ministro della Difesa, candidato alla Presidenza del Paese. 

    Il giorno 30 Gennaio è stato dedicato alla visita dei due più importanti showroom di arredamento a Maputo, Homecenter e MovieFloor, e alla visita alla segheria Luxoflex che è alla ricerca di un partner italiano per sviluppare la sua impresa (macchinari e know-how). Al termine della visita, rientro a bordo per ricevere la visita della comunità italiana residente a Maputo.

    In generale, si è riscontrato un alto interesse da parte dei produttori locali e dei concessionari di autorizzazioni alla gestione del patrimonio forestale a instaurare collaborazioni con aziende italiane. Le proposte riguardano l’insediamento sul territorio di aziende in grado di portare valore, attraverso l’importazione di tecnologie per la lavorazione del legno e know-how. L’obiettivo è quello di effettuare delle prime lavorazioni in loco, per arrivare a produrre semilavorati da esportare in Europa e nel resto del mondo.

    Nel pomeriggio del giorno 31 la nave è salpata con destinazione Città del Capo (Sudafrica), in anticipo di un giorno rispetto al programma.

    Photogallery
  • Tappa in Kenya

    Dal 10 al 14 gennaio la mostra di FederlegnoArredo “Il cuore dell’abitare italiano. La nostra passione è la tua casa” è sbarcata in Africa.

    La portaerei Cavour è rimasta attraccata al porto di Mombasa (Mbaraki Wharf), occupando l’intera sua lunghezza di 244 metri.

    Nella parte business della tappa, inaugurata da una gremita conferenza stampa il 10 gennaio, sono proseguite le visite guidate all'installazione di FederlegnoArredo sulla portaerei. Moltissimi i giornalisti e gli operatori locali che hanno mostrato estremo interesse per i prodotti italiani, ancora poco conosciuti su questo mercato che sta però evolvendo molto rapidamente.

    Una tappa in parte differente dalle precedenti in Medio Oriente, con l’accoglienza di numerosi bambini accompagnati dalle loro famiglie e accolti dalle ONG che sono a bordo della Cavour e delle navi d’appoggio. Con il supporto della Croce Rossa italiana, le equipe di Operation Smile hanno effettuato a bordo della Cavour una quarantina di operazioni chirurgiche, e gli oculisti della fondazione Francesco Rava hanno fornito occhiali da vista.

    Il tour della Cavour, dopo una sosta in Madagascar dal 17 al 23 gennaio con sole finalità umanitarie, proseguirà nel suo tour di periplo dell'Africa. Prossime tappe: Maputo (Mozambico) e Città del Capo (Sudafrica).

  • Tappa in Qatar (Doha)

    La Cavour è rimasta alla fonda al largo di Doha. Per garantire l’arrivo a bordo degli ospiti, il comando della Cavour ha organizzato il volo di diversi elicotteri.

    Il giorno 16 dicembre cinque elicotteri hanno trasportato visitatori e giornalisti a bordo per la conferenza stampa che si è tenuta di fronte allo stand di FederlegnoArredo. Gli elicotteri hanno trasportato quasi esclusivamente operatori del settore arredamento/design (30 in totale), venuti per visitare la mostra, oltre a 6 giornalisti delle principali testate del Qatar.

    La conferenza ha visto gli interventi dell’Ambasciatore e dell’Ammiraglio Treu, seguiti da quelli dei rappresentanti dei partner. Alla presentazione dell’esposizione agli ospiti, è seguito  un pranzo nel quadrato ufficiali della Cavour, che è stato un’ottima occasione per approfondire il dialogo con i gli ospiti e conoscerli meglio. Alla fine del rinfresco, gli ospiti sono stati accompagnati per un breve tour sul ponte di volo e nella plancia di comando della Cavour e quindi riaccompagnati a terra con gli elicotteri.

    Il giorno 17 ha visto la visita di due delegazioni delle forze armate del Qatar e Ministro dei trasporti.

  • Tappa in Bahrain

    Il giorno 5 dicembre2013 si è tenuta la conferenza stampa di inaugurazione. La presenza di operatori del settore e giornalisti è stata soddisfacente. Molti dei giornalisti locali hanno ricevuto il materiale illustrativo e ci sono già alcune conferme di pezzi pubblicati su testate locali.

    Il secondo giorno in porto i rappresentanti della federazione stati presenti anche alla fiera del design di Manama nella sua prima edizione. Un evento significativo con diversi contatti possibili di operatori locali. Presente anche una comitiva, organizzata da UNIDO, di 25 aziende italiane che ha visitato e apprezzato l’allestimento.

    L’ormeggio era decisamente lontano da centro e le giornate si sono alternate tra momenti di affluenza buona e periodi a più bassa intensità. Un operatore locale, AJOOR, ha invitato i nostri rappresentanti a visitare il suo showroom, esperienza interessante che ha dato buoni spunti.

    Il vice Ministro degli esteri italiano, insieme a quello Baremita e alcune personalità locali, come le rappresentanze delle marine di molti stati, presenti in Bahrain per l’evento Manama Dialogue, hanno visitato lo stand. Tutti apprezzano la qualità dell’allestimento e mostrano curiosità rispetto al progetto.

    Su segnalazione della Ambasciata Italiana, è venuta a visitare l’esposizione anche una delegazione de Hilal Conference & Exhibitions, società che organizza la Bahrain Interior Design Week, manifestazione che si svolge in Bahrain ormai da 5 anni che ha proposto di partecipare alla prossima edizione come espositori. Accolta in giornata anche una rappresentanza della comunità italiana in Bahrain, presenti alcuni operatori italiani che vivono qui.
    Il Bahrain sembra essersi già affacciato al mercato del design “moderno”, tra i visitatori anche una famiglia che aprirà, nelle prime settimane di gennaio, uno showroom di Molteni.

  • La partenza

    Mercoledì 13 novembre ha preso il via dal Porto di Civitavecchia la missione “Il sistema paese in movimento” con la partenza della portaerei Cavour verso Mediotriente e Africa.

    Il «benvenuti a bordo» dell’ammiraglio di squadra Giuseppe de Giorgi, capo di stato maggiore della Marina Militare, dall’hangar della portaerei Cavour, ha sancito l’inizio dell’attività.

    «È un progetto ambizioso, un’impresa storica, che parte da lontano e che grazie ai partner ha superato anche lo scoglio dei costi, così da non sottrarre risorse al bilancio. Un’ambasciata itinerante che coniuga in sinergia le risorse dei Ministeri degli Affari Esteri e della Difesa, esempio italiano di efficienza, promozione e solidarietà al servizio dello sviluppo e della sicurezza per la prosperità» ha dichiarato l’ammiraglio De Giorgi.

    Presente anche il presidente di FederlegnoArredo, Roberto Snaidero, che ha ribadito l’importanza di una campagna che darà grande visibilità alle aziende italiane del legno arredo in Paesi dalle enormi potenzialità. «Se il medioriente è già uno dei principali mercati di sbocco delle nostre esportazioni,. L’Africa rappresenta il mercato del futuro. Da qui la scelta di partecipare attivamente alla missione con una mostra che presenterà il meglio delle nostre produzioni».

    Videogallery

    FederlegnoArredo partecipa alla missione “Il sistema paese in movimento”

    15 novembre 2013

  • L'inaugurazione

    Si è tenuta in questi giorni ad Abu Dhabi la prima tappa dell’operazione Cavour con l’inaugurazione della mostra di FederlegnoArredo “The heart of Italian living. Your home is our passion”.

    L’evento ha avuto luogo in occasione delle celebrazioni della festa nazionale degli Emirati Arabi Uniti, ed è culminato con un ricevimento istituzionale a bordo al quale è stato invitato il Principe ereditario. Oltre alla presentazione dell’eccellenza italiana del Legno Arredo e delle sue fiere di riferimento (iSaloni e MADE expo), la tappa è stata l’occasione per entrare in contatto con operatori di altissimo livello ed autorità locali. Quindi non solo un momento istituzionale, ma anche e soprattutto un momento per “fare business”.

    Le prossime tappe saranno:
    - Mina Sulman, Bahrain (5-9 dicembre)
    - Kuwait City, Kuwait (10-14 dicembre)
    - Doha, Qatar (15-19 dicembre, in occasione delle celebrazioni per la festa nazionale del Qatar)
    - Dubai, EAU (26 dicembre 2013 - 2 gennaio 2013) con un evento di gala di fine anno associato a finalità benefiche.
    Dopo le tappe in Medio Oriente, è previsto il periplo dell’Africa, dove si svilupperà anche un’importantissima missione di assistenza umanitaria attraverso il contributo di alcune importanti ONLUS.

    Nell’ambito delle attività di promozione delle eccellenze imprenditoriali italiane l’operazione Cavour rappresenta un momento promozionale di EXPO 2015 nel Golfo Arabico e nel continente africano, oltre sostenere il “made in Italy” su mercati in espansione, in una cornice istituzionale prestigiosa ed interamente italiana.  A tale attività partecipano tra gli altri i Ministeri degli Affari Esteri, dello Sviluppo Economico, dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, oltre all’ICE (Istituto del Commercio Estero) e diverse realtà imprenditoriali italiane.

    Video

    Il cuore dell'abitare italiano. La nostra passione è la tua casa

    11 dicembre 2013

    Le prime immagini dell'evento
  • Diario di bordo

    Annotazioni e commenti degli avvenimenti più importanti, insieme a pensieri e osservazioni dei due rappresentanti FederlegnoArredo che a bordo della portaerei seguono le varie tappe dell’operazione Cavour. Un diario che, porto dopo porto, illustra da un punto di vista personale tutte le informazioni che vengono raccolte sui vari mercati visitati e sulle opportunità di business per le imprese italiane.

  • Il progetto "Operazione Cavour"

    «Negli ultimi cinque anni il mondo ha vissuto cambiamenti epocali. Sono radicalmente mutate le dinamiche commerciali e le aziende del legno-arredo hanno dovuto modificare i propri assetti strutturali per non soccombere, e posso dire che grazie al lavoro della nostra federazione e all’appoggio del Governo Letta possiamo finalmente pensare alla ripresa», spiega il presidente di FederlegnoArredo, Roberto Snaidero.

    In un periodo di crisi, si può ancora scommettere sulle cose belle, tenendo anche conto di tutti gli aspetti della realtà: il progetto infatti prevede in contemporanea anche impegni di tipo umanitario.

    FederlegnoArredo ha deciso di credere e partecipare alla Campagna navale Gruppo Cavour della Marina Italiana per dare a tutto il mondo la possibilità di conoscere la storia e la tradizione delle imprese e degli imprenditori italiani. Con questo progetto infatti, la scommessa di rendere accessibile, in termini di esperienza, tutto ciò che sta dietro al made in Italy, assume un respiro mondiale. FederlegnoArredo salirà sulla Cavour con una installazione non convenzionale, che occuperà ben 150 m2 e coinvolgerà più di venti aziende associate.

    L’installazione, dal titolo “Il cuore dell’abitare italiano. La nostra passione è la tua casa” prevede l’esposizione di prestigiosi arredi e finiture made in Italy che costruiranno un percorso ideale, per mostrare l’Italia come vera e propria culla di manualità, ricerca e innovazione, i cui imprenditori lavorano costantemente per aiutare a rendere migliore la vita delle persone attraverso la realizzazione di arredi, finiture, luci, oggetti e pavimenti belli, ben fatti e funzionali.

    Leggi i comunicati stampa

    Documentazione
    Lo stand FLA a bordo della Cavour