ASSOPANNELLI
Associazione nazionale dei fabbricanti di pannelli e semilavorati in legno

Azione anti-dumping per il compensato cinese di Okoumé

Il 7 luglio 2003, la Federazione europea dell'Industria di Legno compensato (FEIC) presentò un reclamo - alla Commissione europea - riguardo l'importazione di compensato di okoumé originario della Repubblica Popolare Cinese. Una procedura antidumping fu iniziata ufficialmente 19 agosto 2003 (O.J. 19/08/2003) con conseguente investigazione della durata di 15 mesi. In considerazione degli elementi raccolti durante i primi 9 mesi , il Comitato Anti-Dumping della Commissione Europea ha adottato in via provvisoria delle misure antidumping a valere sulle importazioni di compensato di legno di okoumè prodotto in Cina.
In data 7 settembre 2004 le misure sono state rese definitive per un periodo di 5 anni (Regolamento di Consiglio N° 1942/2004) .

A giugno 2009 la Federazione Europea di Compensato ha chiesto ed ottenuto l'accoglimento per l'apertura di una procedura di mantenimento dei dazi attualmente in vigore.

Il 31 gennaio 2011 l'inchiesta si è conclusa con l'imposizione definitiva delle misure di dumping. Il livello nazionale e definitivo di dumping è stato stabilito nella misura del 66.7%.

4 produttori (di cui nell'allegato elenco) hanno ricevuto dazi individuali:

Zhejiang Deren Bamboo-Wood 23.5%
Jiaxing Jinlin Lumber Co. 17%
Nantong Zongyi Plywood Co. 9.6%
Zhonglin Enterprise Co. 6.5%

council implementing regulation (EU) no. 82/2011

Documentazione